Come al solito gli hacker sono venuti incontri ai tanti appassionati di customizzazione dei loro cellulare. Di base infatti il device della Apple non consente di inserire nuove suonerie oltre a quelle di default: ciò può risultare una grossa limitazione in termini di features per l’utente.  Si può trovare una descrizione molto dettagliata su come personalizzare le suonerie presso questo sito:personalizzare suonerie iphone

Neo 1973». E’ in arrivo: quello che molti hanno definito l’«anti-iPhone:un cellulare open souce che utilizzerà il sistema operativo Linux.

Il prezzo del device:300 dollari

Free the phone” è il motto che accompagna il marketing di questo smartphone:infatti per 450 è disponibile l’ «Advanced-Set» per poter assemblarsi da soli il device.La filosofia è quella di garantire una piattaforma customizzabile dall’utente in opposizione a piattaforme chiuse come l’Iphone.

Il nome del dispotivo fa riferimento all’anno 1973 in cui ha fatto la sua comparsa il primo telefono cellulare.

 

Neo 1973 E’ stato lanciato in due versioni per gli sviluppatori: Neo-base e Neo-advanced rispettivamente a 300 e 450 dollari .

Il cellulare può essere acquistato sul sito web dell’azienda produttrice taiwanese First International Computer (FIC).La versione per il consumatore arriverà sugli scaffali ad ottobre 2007.

 

 

 

CARATTERISTICHE

Per 300 dollari circa la metà del costo dell’Iphone, lo sviluppatore avrà un apparecchio con queste caratteristiche

  • touch-screen ad una risoluzione di 640 per 480 pixel (VGA)
  • connettività Bluetooth/Wi-Fi
  • memoria espandibile con schede Micro-SD da 128 MByte
  • sistema operativo:linux openmoko
  • compatibilità gsm e gprs
  • dimensioni : 120,7 per 62 per 18,5 millimetri
  • processore o ARM della Samsung ( 266 MHz).
  • all’interfaccia si adegua all’orientamento del dispositivo;
  • slot USB 1.1 client e host

neo1973 openmoko

Ecco alcuni video che mostrano l’interfaccia utente dell’Openmoko neo1973

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=jRvtAAXTIlg[/youtube]

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wgUZSwOWMEM[/youtube]


RICCIONE – tutti i fans potranno vederlo (dal vivo e non solo in Tv o su Internet) grazie all’iStuff di Riccione, il negozio  dedicato all’iPod con sede principale a Milano.. Il 22 luglio ad Aquafan si svolgerà anche il primo raduno degli Ipodmaniaci organizzato da Aquafan e da Radio Deejay, in collaborazione con Podmania.it. Tante le presenze da tutte le parti di Europa :Germania, Francia, Portogallo. Il piatto prelibato è l’iphone ,l’aperitivo è l’ipod

Ecco un video molto interessante in cui vengono mostrati i componenti costituitivi dell’iphone.
Utile anche per vedere come viene sostituita la batteria del device.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=X1z0pw2VK7M[/youtube]

L’Iphone non possiede una batteria sostituibile autonomamente dall’utente

Il programma di sostituzione della batteria inventato da Apple consiste nell’inviare il cellulare all´assistenza ad un costo di 79$, più le spese di spedizione  6.95$ per una spesa totale di 85.95 dollari.

Nel periodo di assistenza si può noleggiare un altro iPhone per 29$.

Prima di effettuare il cambio della batteria deve essere fatto un backup dei dati dato che tutto il contenuto della memoria viene perso all’atto della sostituzione.

L’annuncio non si farà attendere: un milione di iPhone in una settimana e il cellulare diventerà il prodotto che ha venduto di più in meno tempo.
Tutti ne hanno parlato bene o male: ciò ha portato le azioni di Apple a nuovi record .

Gli elementi più discutibili di questo nuovo prodotto sono:

  • il prezzo troppo alto (499 dollari)
  • la fotocamera da soli 2 megapixel
  • non supporto di java e flash per la navigazione web
  • le musiche non possono essere utilizzate come suonerie.
  • non ci sono mms
  • non c’è la possibilità di registrare video.
  • contratto obbligatorio con AT&T a 59 dollari a mese per 2 anni

Gli aspetti positivi si possono riassumere in:

  •  riproduzione immagini, foto, filmati,
  •  presenza del miglior browser disponibile su un apparecchio portatile
  • semplicità di utilizzo  rispetto a molti palmari a parità di costo



L’AZIENDA ISUPPLI ( ricerche di mercato) ha disassemblato un Iphone 8GB per individuare il costo specifico dei materiali e quello globale della fabbricazione.
$ 265,83 con un margine di circa il 50% per Apple che vende il device a $ 599.I pezzi presi in esame coinvolgono :

  • il sistema di trasmissione (costruito da Infineon)
  • il ricetrasmettitore a radio frequenze
  • la gestione dell’energia
  • L’interfaccia display (Nat Semi costa $ 1,5)
  • modulo del display ( Balda $27)
  • touchscreen ( Epson, Sharp e Toshiba per un totale di $ 24,50).
  • processore RISC ARM (Samsung 76,25 $) e per il la memoria NAND flash e Dram

 Per sviluppare applicazioni per Iphone e’ necessario il Webkit di Apple.

WebKit, il motore di Safari è open source ed è composto da

  • WebCore
  • JavaScriptCore

Sono distribuiti con licenza LGPL.
Gli standard da seguire per programmare sono:

HTML 4.01 e

XHTML 1.0,

CSS,

JavaScript ( DOM e AJAX).

iPhone non supporta il  WML.

Le guidelines di Apple invitano a separare le parti di codice scritte con linguaggio diverso ed usare immagini piccole a causa della banda wireless limitata e delle ristrette risorse hardware

Il documento che specifica le guidelines spiega che

  • c’è la possibilità di visualizzare i file PDF
  • non Flash o Java
  • niente installazione di plug-in,
  • eventi mouse-over

Secondo l’autorevole Financial Times il lancio europeo del nuovo cellulare  per il prossimo autunno riguarderà solo Germania, Francia e Gran Bretagna. L’Italia sarà coinvolta nel 2008

L’iPhone viaggerà su reti 2.5G. Apple sta trattando la distribuzione con questi operatori

  • O2 in Gran Bretagna
  • T-Mobile  in Germania,
  • Orange di France Telecom
  • Vodafone.

Apple ha creato una sezione apposita del suo sito per i programmatori e le aziende desiderose di sviluppare nuove applicazioni per il device.

L’indirizzo centro sviluppatori iphone permette di approfondire le tematiche riguardanti la programmazione e l’ottimizzazione di programmi web considerando vincoli hardware e features del dispositivo.

Il browser Safari per Windows viene in soccorso in quanto permette di fare un test di compatibilità su Windows delle web applications che contengono script lato server, javascript e ajax prima di provarle sul cellulare

dippiù?