Brutte accuse sono arrivate in casa Apple da parte della Procura di Milano. Quasi un miliardo di euro sarebbero stati evasi da Apple nel biennio 2010-2011 a seguito dell’indagine effettuata ad opera del procuratore aggiunto Francesco Greco e del Pubblico Ministero Adriano Scudieri.

La risposta del ramo italiano dell’azienda di Cupertino non ha fatto attendere, e ha fatto sapere a mezzo mail informativa che “La Apple paga ogni centesimo di tasse”, e che già sono stati effettuati dei controlli nel 2007, 2008 e 2009, risultando tutti i registri in ordine e in conformità con la documentazioni OCSE, e che sicuramente anche i controlli relativi a questo biennio risulteranno trasparenti e sani.

dippiù?