La Apple è sempre in prima linea per la beneficenza, e lo dimostra ancora oggi con una splendida iniziativa. Come saprete a seguito del brutto uragano delle Filippine, uno dei più forti della storia, sono morte migliaia di persone, e altrettante sono a rischio per la carenza dei servizi assistenziali.

Proprio per questo, la società di Cupertino, come avvenuto anche durante il disastroso terremoto in Giappone, sta invitando gli utenti di iTunes a fare una donazione di vario tipo, dai 5 euro ai 200 euro, in modo che i proventi vengano inviati alla Croce Rossa a vantaggio delle sfortunate persone delle Filippine.

Cosa ha reso la Apple l’azienda numero uno del settore tecnologico?  Hanno voluto dare una risposta concreta a tale domanda alcuni ex designer che in passato hanno lavorato proprio nell’azienda di Cupertino, durante un meeting tenutosi a San Francisco. La risposta vi sorprenderà! Andiamo a vedere insieme quali sono i prodotti scelti dagli esperti:

Continua..

Nessuna sorpresa per tutti gli appassionati del marchio della mela morsicata: la Apple si riconferma il marchio di maggior valore al mondo! La speciale classifica di Forbes che tra le altre stila anche una classifica degli uomini più ricchi del mondo, ha infatti, come consuetudine elencato i brand di maggior valore nel mondo. La Apple ha consolidato il proprio primato piazzandosi davanti a Microsoft e Coca Cola, riuscendo nell’impresa di “doppiare” i due marchi famosi. L’azienda di Cupertino è valutata 104.3 miliardi di dollari, e il suo valore si è consolidato aumentando del 20% rispetto alla stessa classifica del 2012.

La leadership di Apple sul mercato è saldamente in testa, e sembra per il momento non incorrere in rischi particolari da parte dei principali competitor. Infatti, secondo una recente statistica sul mercato è emerso che l’azienda di Cupertino detiene il 40% delle quote, contro il 24.9% di quote di Samsung, che a onor di cronaca sta crescendo dal 23.7% dello scorso trimestre al 24.9% di adesso: nello stesso periodo la Apple è cresciuta “solo” dello 0.7%.

Continua..

La Apple si rivela ancora una volta come l’azienda che precorre il tempo. Dopo aver lanciato per prima l’architettura a 64 bit de processore, che già sappiamo verrà presto implementata sui portabandiera di Samsung a partire dal primo trimestre del 2014, presto la corporation californiana verrà “copiata” dai competitor anche per il sensore di impronte digitali.

Continua..

Ecco un’altra iniziativa davvero lodevole da parte di Apple. L’azienda di Cupertino per bocca del suo CEO, Tim Cook, ha espresso il proprio sostegno nei confronti della legge sull’occupazione che si sta discutendo in questi giorni negli Stati Uniti, contro la discriminazione sessuale. Il CEO dell’azienda californiana ha inviato una lunga lettera, in cui spiega come la corporation in questi anni si sia prodigata nel cercare di interrompere la malsana abitudine di discriminare sulla base di sesso, razza o religione.

Continua..

dippiù?